Trova il tuo parcheggio

INGRESSO

USCITA

Puoi annullare gratuitamente la tua prenotazione fino a 24 ore prima dell'ingresso

INGRESSO

USCITA

Puoi annullare gratuitamente la tua prenotazione fino a 24 ore prima dell'ingresso

Torna agli articoli > ZTL Sospese nelle feste a Roma e in altre città

ZTL Sospese nelle feste a Roma e in altre città

Amministrazioni aprono i centri storici per facilitare la mobilità

Si allargano le maglie delle regole normalmente in vigore per l’accesso ai centri delle città: alla luce del Dpcm del 3 dicembre contenente nuovi provvedimenti per controllare i contagi da Covid-19 durante le festività natalizie, molte amministrazioni cittadine hanno preso misure straordinarie per favorire i cittadini che si spostano in auto, evitando i mezzi pubblici. Tali misure sono finalizzate anche a sostenere i commercianti dei centri città, già messi duramente alla prova da quest’anno di emergenza sanitaria, agevolando la potenziale clientela negli acquisti natalizi e consentendo di fare compere in sicurezza, “diluendo” nel tempo gli accessi ai negozi.

Passiamo dunque in rassegna alcune delle nostre principali città, consigliando comunque a tutti di tenersi aggiornati circa i provvedimenti presi dai propri Comuni di residenza, in quanto proprio ora potrebbero essere in atto misure particolari.


Ztl Roma: via libera agli accessi in centro

A Roma la sindaca Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza che prevede una proroga fino al 15 gennaio dell’apertura dei varchi delle Ztl: caldeggiata da opposizioni e associazioni di commercianti rimarranno quindi disattivati tutti i giorni della settimana, 24 ore su 24.

Si tratta, in particolare, dei sei varchi di accesso al cosiddetto “Tridente” del centro storico, ossia l’area compresa fra piazza del Popolo, via del Babuino, via di Ripetta e via del Corso e comunque di tutti quelli che immettono nel centro storico della Capitale; e, ancora, di quelli situati nelle zone di San Lorenzo, di Trastevere e del Testaccio; rimangono però attive le Ztl Merci e Vam (chiusa agli autocarri di lunghezza superiore ai 7,5 metri).


Ztl Milano, come funziona

La disciplina della Zona Ztl Milano Cerchia dei Bastioni “Area C” è sospesa dal 5 novembre; è inoltre sospesa la disciplina della sosta, motivo per cui è attualmente possibile sostare sulle strisce gialle e blu senza il pagamento della tariffa su tutto il territorio del Comune. Buone notizie anche per gli automobilisti diversamente abili, anche loro favoriti dalle misure prese all’ombra della Madonnina: nel capoluogo lombardo, infatti, sono stati prorogati i pass disabili rilasciati dal Comune Milano, così come i relativi permessi di transito nelle corsie riservate ai mezzi pubblici e tutte le Ztl del Comune di Milano, fino al 31 dicembre 2020.


Zone Ztl Torino: via libera all’area centrale, senza limiti di orario

Torino fa buona compagnia a Roma e a Milano: nel capoluogo piemontese, peraltro, è da quasi un anno che la sospensione della Ztl viene continuamente prorogata dalla sindaca Chiara Appendino. Anche qui, dunque, la Ztl centrale resta sospesa fino al termine delle feste: anzi, anche un po’ dopo, visto che si riaccenderanno sabato 9 gennaio. Tutto questo significa che, in questo periodo, ci si potrà tranquillamente muovere in auto in centro senza limitazioni di orario. Attenzione però, perché dal provvedimento sono escluse le aree di trasporto pubblico, le aree pedonali e quella romana.


Come non pagare multe ztl? Informandosi!

Le misure di supporto per le attività commerciali sono in vigore non solo nei grandi centri, ma anche in città più piccole, come dimostrano ad esempio i casi di Brescia e San Giovanni Valdarno. Se ci si deve muovere in questo periodo per qualche acquisto “mordi e fuggi” in centro e si preferisce spostarsi in auto per non entrare a contatto con troppe persone sui mezzi pubblici, dunque, è bene informarsi per verificare come ci si può comportare nel proprio comune di residenza, grande o piccolo che sia: un accorgimento indispensabile per organizzarsi e fruire nel modo giusto delle libertà concesse, evitando il rischio di multe.


A Brescia, per esempio, una recente delibera ha istituito uno speciale permesso temporaneo che permette l’accesso alla Ztl tutti i giorni, 24 ore su 24, ai gestori di attività di ristorazione che in questo periodo hanno concentrato la loro attività sulla somministrazione di cibo da asporto: l’ingresso nell’area a traffico limitato, però, non deve superare i 20 minuti. Sono stati inoltre presi provvedimenti mirati a favorire i privati cittadini, ma anche le associazioni e i volontari che prestino assistenza ai residenti o ai domiciliati in Ztl per esigenze temporanee ed eccezionali connesse all’emergenza COVID.

Parcheggi gratis in centro

Nel piccolo comune di San Giovanni Valdarno, nei pressi di Arezzo, la sindaca Valentina Vadi, nell’ottica di mantenere viva la città, ha stabilito di rendere gratuiti i parcheggi situati nella centrale Piazza della Libertà nei pomeriggi di venerdì e sabato, sia a dicembre, sia a gennaio; è stata inoltre ampliata la fascia oraria durante la quale è possibile accedere alla Ztl, così da permettere ai cittadini di fare i loro acquisti con calma e in sicurezza, evitando gli assembramenti nei negozi. La prima cittadina ha tuttavia chiarito che si tratta di una misura straordinaria, e che l’obiettivo primario dell’Amministrazione rimane quello di contare su un centro storico il più possibile pedonalizzato, a misura d’uomo e soprattutto di bambino.

REGISTRATI!
GESTIRE LA TUA PRENOTAZIONE SARÀ PIÙ FACILE E VELOCE
Accedi a numerose offerte esclusive
Risparmi tempo
Puoi modificare e scaricare le tue prenotazioni in ogni momento