Trova il tuo parcheggio

INGRESSO

USCITA

Puoi annullare gratuitamente la tua prenotazione fino a 24 ore prima dell'ingresso

INGRESSO

USCITA

Puoi annullare gratuitamente la tua prenotazione fino a 24 ore prima dell'ingresso

Torna agli articoli > Parcheggi in sicurezza dopo emergenza Covid-19

Parcheggi in sicurezza dopo emergenza Covid-19

Ripartenza dei parcheggi dopo il lockdown

Dopo tre mesi di lockdown, misura indispensabile per contenere i contagi causati dalla pandemia da Covid-19 che ha colpito in maniera particolarmente dura il nostro Paese, stiamo finalmente ritornando alla normalità. Dal 3 giugno è possibile spostarsi da una regione all’altra dell’Italia e quest’estate si potrà gradualmente ricominciare a viaggiare anche all’estero, anche se ogni Paese prenderà le precauzioni che riterrà necessarie per regolare gli accessi e scongiurare il più possibile i rischi legati al virus.

A questo punto è legittimo domandarsi anche come si potrà tornare a viaggiare: in aeroporto, per esempio, gli accessi dei passeggeri saranno regolamentati in modo da verificare le condizioni di salute di chi si imbarca e verranno applicate norme di distanziamento e provvedimenti igienici sia a terra, sia sui velivoli.

Più specificamente, a questo riguardo, l’Enac (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) ha rivisto la regola del metro di distanza tra i passeggeri precedentemente fissata all’interno delle cabine, e ha stabilito che sia sufficiente lasciare un posto vuoto fra le due poltrone, tenendo lo schienale in posizione eretta. Questa decisione permetterà di occupare fino al 66% dei posti, e questo risulterà meno penalizzante per le compagnie che volano in Italia. Per fare un esempio, sui piccoli aerei regionali la regola precedentemente stabilita avrebbe reso disponibili, sui piccoli Embraer regionali Alitalia, solo 60 posti, che salgono ora a 120.

Anche chi viaggia in treno potrà essere sottoposto a controlli; sui convogli, adeguatamente e regolarmente sanificati, sarà inoltre necessario evitare il contatto troppo ravvicinato con gli altri passeggeri e per la stessa ragione sarà sempre consigliabile presentarsi alle aree di partenza con un congruo anticipo prima della partenza, per dare modo e tempo sufficiente al personale incaricato di compiere le verifiche previste e non creare assembramenti.

Anche i parcheggi dovranno osservare scrupolosamente norme igieniche e di sicurezza. Le numerose strutture che gravitano intorno agli aeroporti, sempre più apprezzate dai viaggiatori perché permettono di assicurarsi un posto auto a prezzi vantaggiosi, potranno ad esempio porre un limite sul numero di passeggeri trasportabili sulle navette che, dal parcheggio, li conducono in aeroporto. Tutti questi parcheggi, infatti, sono dotati di un servizio di minibus attivo 24 ore su 24, che conduce i viaggiatori ai terminal di partenza e li riporta dall’aeroporto al parcheggio al loro ritorno. Proprio per evitarne il sovraccarico e il sovraffollamento, diversi parcheggi hanno previsto, da ora in avanti, di trasportare non più di cinque persone per navetta: potrà inoltre essere obbligatorio, per chi viaggia, l’obbligo di indossare mascherina e guanti e potrà anche essere prevista la misurazione della temperatura prima di salire a bordo.

Le misure di sicurezza potranno coinvolgere non soltanto i passeggeri, ma ovviamente anche i mezzi di trasporto: le navette messe a disposizione gratuitamente dai parcheggi ai loro clienti, dunque, potranno subire regolari interventi di sanificazione, ad esempio dopo ciascun viaggio per e dall’aeroporto. Per agevolare lo svolgimento di queste operazioni e per evitare ritardi, dunque, da qui in avanti sarà caldamente consigliato di presentarsi presso il parcheggio con largo anticipo; questo permetterà di arrivare con altrettanto anticipo in aeroporto, dove sarà necessario passare attraverso ulteriori controlli, evitando spiacevoli disagi e, soprattutto, tutelando sé stessi e gli altri passeggeri.

Come evidenziato poi dall’Architetto Laurence A. Bannerman, Segretario AIPARK (Associazione Italiana Operatori Sosta e Mobilità), nei parcheggi sarebbe necessario dedicare molta cura ai punti di assembramento negli ingressi pedonali, intorno alle casse automatiche, lungo i percorsi pedonali, nelle scale e negli ascensori; così come prevedere una segnaletica di divisione dei flussi e posizionamenti individuali per garantire il rispetto delle distanze di sicurezza. La sanificazione, oltre alle navette nei parcheggi che dispongono di questo servizio, dovrà coinvolgere punti critici situati all’interno delle strutture come i frontali delle casse automatiche, le maniglie, le bottoniere, i corrimano.

REGISTRATI!
GESTIRE LA TUA PRENOTAZIONE SARÀ PIÙ FACILE E VELOCE
Accedi a numerose offerte esclusive
Risparmi tempo
Puoi modificare e scaricare le tue prenotazioni in ogni momento